CHI E' LO PSICOTERAPEUTA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE E COSA FA:

 

La psicoterapia cognitivo-comportamentale (TCC) è una delle più diffuse psicoterapie per la cura di diversi disturbi psicopatologici.

La TCC mira ad alleviare la sofferenza emotiva attraverso la modifica dei comportamenti disfunzionali e degli schemi mentali che creano sofferenza nella persona.

La psicoterapia è un percorso che si realizza in una serie di incontri, normalmente a cadenza settimanale, con un professionista psicoterapeuta (che può essere uno psicologo o uno psichiatra)  e si suddivide in due fasi:

 

1- una prima valutazione psicodiagnostica: la quale prevede dei primi incontri mirati a valutare il problema presentato dal paziente, una prima raccolta di dati anamnestici, un'eventuale somministrazione di test e questionari psicodiagnostici ed infine un colloquio di restituzione al paziente nel quale si definisce il problema, stabilendo quindi la diagnosi e si concorda un possibile percorso di cura.

 

2- L'intervento clinico:durante il quale lo psicoterapeuta guida il cliente verso un cambiamento che possa permettergli un miglioramento della qualità delle relazioni con gli altri e in generale della propria qualità di vita, aiutandolo a raggiungere gli obiettivi inizialmente concordati.

Nel panorama internazionale esistono numerosi approcci diversi al trattamento dei disturbi psicopatologici, tuttavia solo alcuni di questi sono stati sottoposti alla sperimentazione scientifica, per accertarne la reale efficacia del trattamento di cura.

Il modello cognitivo-comportamentale è stato riconosciuto come trattamento efficace per numerosi disturbi psicopatologici: ad esempio per la cura di tutti i disturbi di attacchi d'ansia e dei disturbi dell'umore; tanto da essere inserito in molte linee guida nazionali per il trattamento dei disturbi psicologici.

 

Joomla templates by a4joomla